Il futuro è un diritto di tutti

Oggi si festeggia il lavoro. In uno Stato organizzato e in un mondo civile, lavorare non solo è un diritto, ma anche il proprio modo personale di aderire a un contesto civile: si partecipa tutti, concretamente, alle sorti e al benessere fisico e intellettuale degli altri. Questo è il mio modo di essere “comunista”: farmi carico “della vedova e dell’orfano”, ma anche tutelare che ognuno possa avere dignità, possibilità e assistenza.  Ma il lavoro spesso (quasi ovunque) è sfruttamento. Una delle piaghe più vergognose di questa epoca è lo sfruttamento del lavoro minorile.

Sono circa milioni i bambini vittime di questo affronto: prostituzione, guerra, al lavoro fisico. Con alcuni amici sto lavorando al Today project  per sensibilizzare più persone possibile a questa emergenza. Per capirne di più ho realizzato un sito che spero vogliate visitare. Pubblico questo sito nel giorno dei diritti: diritto al lavoro, giustamente retribuito e dignitoso per tutti, ma anche diritto all’infanzia per i bambini.

Nessuno deve rubare i sogni e la vita al nostro futuro.

www.todayproject.org


Notice: compact(): Undefined variable: limits in /home/uq2go8z4/diario-di-bordo.com/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 860

Notice: compact(): Undefined variable: groupby in /home/uq2go8z4/diario-di-bordo.com/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 860

Iscrizione

Iscriviti per ricevere un’email quando pubblico un nuovo post

Commenta